Trasferimento salma

Trasferimento salma

Con la L.R. Veneto n.18 del 04/03/2010 viene data alle famiglie una più ampia possibilità di effettuare spostamenti della salma dal luogo di decesso al luogo di osservazione e/o esposizione della salma stessa prima delle esequie. Durante il periodo di osservazione, di cui all’articolo 10, su richiesta dei familiari o altri aventi titolo, la salma può essere trasferita al domicilio del defunto, alla struttura obitoriale o alla casa funeraria siti anche in comune diverso. Questo significa che il luogo dove viene esposta la salma (prima della chiusura del feretro) non deve per forza coincidere con il luogo di decesso, ma, entro il periodo di osservazione, normalmente non oltre le 24 ore dal decesso, questa può essere trasferita con le modalità previste dalla legge in altro luogo idoneo.
Volendo fare un esempio concreto potremo dire che una persona che viene a mancare nella propria abitazione può essere trasferita alla camera mortuaria del più vicino Ospedale e viceversa. Potremo anche dire che una persona che viene a mancare in un Ospedale o struttura (anche extracomunale) potrebbe essere trasferita nella propria abitazione o in un Ospedale più vicino.
Abbiamo già effettuato numerosi trasferimenti di questo tipo e siamo a Vostra disposizione per consigliarVi al meglio. Siamo dotati di personale estremamente qualificato e delle migliori attrezzature, che soddisfano e superano i requisiti minimi previsti dalla legge.
Ricordiamo che i trasferimenti dalle abitazioni alle camere ardenti degli Ospedali devono essere effettuate nell’orario di apertura di questi ultimi, fatto salvo per i trasferimenti di defunti che in vita erano assistiti dal programma ADIMED e per i trasferimenti disposti da Pubblica Autorità.
trasferimento_salma_01